­

ISIPM ha partecipato al tavolo di lavoro di Forum PA: “Il Futuro del lavoro nella PA. Competenze, Tecnologie e Modelli di organizzazione

Forum PA ha organizzato i tavoli di lavoro che danno vita ai “Cantieri”, una parte importante dell’ecosistema di innovazione creato da FPA che da sette anni trasforma e coinvolge in Community attiva i principali attori dell’amministrazione pubblica.

In questo contesto è stata riunita la Community dei Direttori delle Risorse Umane della Pubblica Amministrazione con l'obiettivo di dare vita a un vademecum dal titolo: “Il Futuro del lavoro nella PA. Competenze, Tecnologie e Modelli di organizzazione — Le leve del cambiamento organizzativo”.

L’iniziativa alla quale ha partecipato ISIPM per il tramite di Franco Stolfi e Massimo Pirozzi, è stata articolata su 2 sessioni:

  • nella prima, che si è svolta in modalità virtuale il 27 maggio 2022, la community HR insieme a ISIPM ha ragionato e si è confrontata sul tema delle competenze del personale della PA, a fronte della rilevanza che il tema ha ottenuto nell’ultimo periodo nel contesto di sfide poste dal PNRR, e sul processo di osmosi che si può attivare tra pubblico e privato, in materia di formazione, employee experience e nuovi modelli di organizzazione del lavoro; l’intervento di Massimo Pirozzi, supportato da slide, ha evidenziato come il PNRR, in quanto portfolio di programmi e progetti da realizzare in tempi e budget contingentati, ha messo ancor più in evidenza la necessità per la PA di disporre di al proprio interno competenze specialistiche nel Portfolio/Program/Project management;
  • nella seconda, che si è svolta in presenza il 17 giugno 2022, su tre tavoli di lavori separati si è discusso di:
  1. nuovi modelli di organizzazione del lavoro;
  2. competenze presenti e sui fabbisogni rilevati per valorizzare il personale interno o da ricercare in quello da assumere;
  3. nuovi processi di selezione e gestione delle risorse umane.

ISIPM ha partecipato, per il tramite di Franco Stolfi e Massimo Pirozzi, al tavolo di lavoro n. 2 sulle competenze necessarie al personale della PA, evidenziando ancora una volta come le competenze di base del project management assumono una valenza fondamentale e trasversale per tutto il personale della PA. Inoltre in ottica di upskilling/reskilling le competenze di base vanno integrate con competenze specialistiche che investano la gestione di programmi complessi, la gestione del portfolio ma anche lo sviluppo delle cosiddette Soft skill (comunicazione, leadership, team building e capacità relazionali).

Il punto di vista di ISIPM è stato ampiamente condiviso, integrato e ampliato dai direttori delle risorse umane delle Amministrazioni presenti (Ministeri, Regioni, Comuni, Enti, Istituti, Ospedali e ASL) che hanno visto nel project management le competenze necessarie per realizzare le transizioni (digitale ed ecologica) e i cambiamenti tecnologici, organizzativi e di servizi previste e finanziate nell’ambito del PNRR.

Hai qualche dubbio? Contattaci al numero 06 44252060

 

­